NUOVI ORIZZONTI

Un’ analisi di otto cento milioni di messaggi anonimi su twitter ha rivelato che nell’arco delle 24 ore il nostro umore si modifica seguendo dei cicli. Si sapeva che esistono dei cicli, o ritmi circadiani, per la temperatura corporea, lo stato sonno/veglia, l’appetito, la secrezione di certi ormoni e anche per aspetti dell’umore, ma non si sapeva che rabbia, tristezza e fatica seguissero dei cicli. I cicli sono specifici per ora del giorno, giorno della settimana e stagione dell’anno e i profili dei cicli sono diversi per rabbia, fatica e tristezza. I vari profili sarebbero tutti regolati da una zona del cervello all’interno dell’ipotalamo che è molto sensibile ai cambiamenti di luce legati all’alba e tramonto. I messaggi twitter sono per definizione brevi e le parole usate sono spesso ‘forti’ per dare subito e inequivocabilmente il senso di quello che si vuol dire. Inoltre, ogni giorno vengono ‘twittati’ molte centinaia di milioni di messaggi. Parole ‘forti’ moltiplicate per centinaia di milioni di volte al giorno consegnano una miniera di dati agli studiosi del comportamento umano. Alla Università di Bristol si spera che unendo le forze del Dipartimento di Intelligenza Artificiale con quelle del Dipartimento di Matematica e Ingegneria e poi quelle dell’Associazione di Neuroscienze, si riesca a gettare luce, usando twitter e altri media, su alcuni disturbi della salute mentale influenzati da ritmi o cicli circadiani. Fino a pochi anni fa nessuno avrebbe creduto che per indagare questioni o patologie del comportamento umano sarebbe stato utile interrogare matematici, ingegneri e esperti di programmi software; il destino naturale di uno studente in Ingegneria era una fabbrica. Oggi vediamo collegamenti trasversali tra aree che fino a poco tempo fa sembravano chiuse da confini precisi. Ragazzi, genitori e insegnanti devono uscire da quegli schemi e sfruttare le nuove opportunità che i media e Big Data offrono.

Translate »